STORIE


Paolo Ghiazza

Paolo Ghiazza è nato e vive a Milano, ha iniziato a lavorare in Manzoni & C., concessionaria di pubblicità del Gruppo L’Espresso. Oggi è giornalista, autore, produttore indipendente.

Direttore marketing strategico e operativo in multinazionali: Salomon Group, Annecy (FR); Umbro, Manchaster (GB); Sky Italia, Infront Italia. In qualità di sponsor, partecipa alla comunicazione di due Campionati del Mondo di Sci (Crans-Montana-CH e Val di Fiemme-IT) e un’Olimpiade Invernale (Albertville-FR). Per tredici anni ha frequentato l’ambiente dello sport, atleti in erba e campioni olimpici che gli hanno insegnato molte cose.

Da dieci anni pensa, scrive, produce e distribuisce i suoi prodotti in onda o online. Produzioni scritte e realizzate per SkySport, SkyTg24, Mediaset, Rai2, MTV, France3 e Sailing Channel.

Dopo aver scritto e prodotto il documentario di un’ora sull’Accademia Teatro alla Scala per Rai2, cambia genere e da tre anni si dedica all’agroalimentare producendo con il suo stile, l’obiettivo è ridare nuova luce al nostro comparto nazionale e attraverso l’agroalimentare ripresentare il nostro Paese al Mondo intero.

Lavora prevalentemente con giovani autori/video maker, ritiene fondamentale e unico il loro angolo d’osservazione dell’agricoltura.

Produce sempre coinvolgendo le aziende del settore fin dall’inizio della stesura dei differenti concept di produzione, in questo senso conosce bene cosa significano branded content e product placement. Ha ricoperto diversi incarichi sempre nel mondo della comunicazione, una fortuna che gli consente di puntare alla simmetria di ogni progetto, la conciliazione degli interessi.

Il suo obiettivo è trovare e raccontare storie sull’agroalimentare, farsele raccontare dagli addetti ai lavori, perché da che mondo e mondo le belle storie piacciono a tutti, spiegano la realtà, creano il collegamento, quindi la conoscenza, la consapevolezza e una nuova cultura tra chi semina e chi mangia, perché “mangiare è un atto agricolo”.



16/02/2015



Il liceo enologico di Conegliano
Una scuola che funziona



Sembra un tempo andato, in realtà poche scuole sono più storiche e contemporanee della Scuola Enologica di Conegliano. C’è un’aula Magna che è un gioiello.

È stata la prima scuola enologica d’Italia, fondata nel 1876 con Regio Decreto e fin dalle sue origini ha avuto prestigio internazionale. Una scuola frequentata da sempre da studenti provenienti da tutta Italia ma anche da diversi Paesi europei. Questa scuola è stata voluta fortemente dal direttore Cerletti e da Antonio Carpenè, che hanno fatto di Conegliano un polo d’eccellenza della viticoltura italiana.

Attualmente l’istituto ospita il corso per la viticoltura e l’enologia e la Facoltà di Agraria di Padova che ha istituito un corso di specializzazione. La scuola ha più di mille iscritti e qualche studente può accedere alla Laurea in Viticultura e Enologia. Il tutto è corredato dai più sofisticati laboratori, come quello di chimica enologica e di analisi sensoriale. In questi laboratori si svolgono tutte le esercitazioni degli studenti, le analisi di base per le tesi sperimentali, e tutte le materie che necessitano di laboratori all’avanguardia per le esercitazioni pratiche. Nel laboratorio n° 1, considerato quello principale, gli studenti studiano botanica.

Oggi il Liceo Enologico Cerletti è immerso tra le colline di Conegliano, ma inizialmente nacque proprio nel centro della cittadina veneta, ma quella sede venne distrutta nel corso della Prima Guerra Mondiale. Quindi la scuola fu poi ricostruita nell’attuale area inaugurata nel 1924. È una bellissima struttura diventata negli anni il centro di questo polo viticolo-enologico voluto fortemente dal Ministero della Pubblica Istruzione.

Qui, a sorpresa, incontriamo il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ex studente della Scuola Enologica Cerletti, dove entrò nel 1982. Lo vediamo nell’Aula Magna, bellissima, il luogo dove vengono convocate le “matricole” al loro arrivo, per ascoltare i primi discorsi di rito da parte della Presidenza e dei professori. “Per me è stata una grande esperienza, dice Luca Zaia, perché questa scuola mi ha permesso di dare vita a un profilo professionale e di studi che si è poi concluso con un diploma in questa scuola, dopodiché sono andato all’Università e mi sono laureato in Scienze della produzione Animale alla facoltà di Medicina veterinaria presso l’Università di Udine. Per me è stato un punto di riferimento unico, considerando anche il fatto che da questa scuola sono usciti dei grandi personaggi del mondo della viticultura e dell’enologia. Nel mio percorso scolastico ho avuto la fortuna di incrociare un sacco di ragazzi che oggi occupano posizione di rilievo in questo mondo, sia dal punto di vista tecnico che strategico e sociale. Questa Scuola significa un’opportunità unica nel suo genere, visto e considerato che nasce nel 1876 come istituzione, però già ai tempi della Serenissima, nel 1766, si era dato vita a questo cenacolo di studiosi che, secondo i dettami del Doge, dovevano dare una risposta a tutti coloro che avevano difficoltà a lavorare e operare in questi territori, è da qui che nasce questo progetto della viticoltura e dell’enologia. Credo davvero sia un esempio virtuoso di come si possano integrare le formazioni universitarie con quelle della scuola secondaria.”

Senza enologi non ci sarebbe il vino, uno dei settori più rappresentativi della nostra economia nazionale. Il Liceo Enologico Cerletti crea professionisti che poi entrano nel mondo del lavoro vitivinicolo ed enologico sia in Italia sia all’estero.

 

www.isisscerletticonegliano.gov.it/cerletti

 



archivio »

RUBRICHE

MERCATO E MERCATI

30/09/2015
La riconquista. Una nuova relazione
fra campagna e città

Tra i temi sui quali l’Expo Milano 2015 ha centrato il proprio interesse - e che ha una fortissima attinenza con i contenuti della Carta di Milano - c’è sicuramente la relazione tra campagna e c...

Arch. Teresa Maria Sorrentino e Arturo Semerari
archivio »

IL TERRITORIO SI RACCONTA

26/10/2015
Expo ha dimostrato il paradigma del globale più locale
Spero che, nell’euforia del successo di Expo, nessuno si offenda, facendone un piccolo bilancio, se lo raccontiamo come un microcosmo dove per sei mesi si è rappresentato il macrocosmo....

Aldo Bonomi
archivio »

UNA FINESTRA SULLA SCIENZA

3/09/2015
La grande bellezza del paesaggio italiano
Qual è il paesaggio più bello? L'Italia gode in questo ambito di fama mondiale, eppure il nostro paesaggio, come tutti gli altri, deve fare i conti con le attività umane. In futuro la sfida consis...

Silvia Fineschi e Alberto Giuntoli
archivio »

DOSSIER

1/05/2015
La Carta di Milano
Vai all'articolo "La Carta di Milano è soltanto l'inizio"        ...
archivio »

IL PADIGLIONE GIORNO PER GIORNO

31/10/2015
Il meglio della giornata - 31 Ottobre
Gran finale di Expo Milano 2015 all'Open Air Theatre e il nostro saluto a tutti voi...
archivio »

IL COMMENTO

30/10/2015
Dalla lana di mare ai tessuti di arance, ai tornelli più sostenibili del mondo: presenti a Expo alcune delle innovazioni selezionate da ADI e in corsa per il Premio Compasso d’Oro 2017
Il Premio Compasso d'Oro istituito nel 1954, è il più antico e prestigioso premio mondiale per il Design e l’Architettura. ...

Nicoletta Chiorri
archivio »

L'ALTRO VISSANI

25/10/2015
Torrone Canelin
Dolce tipico natalizio, insieme a panettone e pandoro, il torrone ha origine molto antiche che alcuni farebbero risalire all'antica Roma, come attesterebbero citazioni di Marco Gavio Apicio nel suo ...

Gianfranco Vissani
archivio »

STORIE DI GUSTO

13/10/2015
Golosaria
...
archivio »

BRICIOLE

29/05/2015
Banco Alimentare a Expo
Cominciano le attività di recupero

25 maggio 2015, EXPO. Dal 2 maggio sono cominciati i recuperi di Banco Alimentare in Expo....

Martina Viganò
archivio »


Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie.   Leggi tuttoOk

I SOCI DI EXPO

logo-mef-new
logo-bie-paris
logo-bie-paris
logo-bie-paris
logo-bie-paris

PARTNER

logo-mef-new
logo-mef-new
logo-mef-new
logo-mef-new

logo-mef-new
logo-mef-new

SPONSOR TECNICO UFFICIALE

logo-mef-new
logo-mef-new
logo-mef-new
logo-mef-new
geox
diadora
logo-mef-new
logo-mef-new
logo-mef-new

MEDIA PARTNER

logo-mef-new